Privacy Policy

Dopo un lungo percorso didattico e coreografico, Laura Pulin si ripresenta con una Nuova realtà: NuDi – Nuova Danza Indipendente – un contenitore artistico e culturale, punto di riferimento per artisti, danzatori, spettatori, intellettuali.

CANTO è lo spettacolo d’esordio del 2007, una coproduzione con il Teatro Nuovo di Torino, che rivela sin da subito la sua dichiarazione di intenti.

Sulla scena si presentano nove ballerini, creature angeliche, corpi immateriali, che danzano all’interno della suggestiva partitura coreografica e musicale.La poetica di Rainer Maria Rilke crea il motivo conduttore della coreografia, un viaggio tra Terra e Cielo con un continuo contrasto tra la materialità dei corpi e l’inconsistenza dell’ignoto. Queste diafane creature si muovono nella nostra vita, sono attuali e soggettive, così come il linguaggio dei danzatori, che “cantano” la propria individualità.

Laura Pulin dà voce, suono e musica ai danzatori, che con la loro corporeità esprimono il singolo e personalissimo immaginario. Il percorso coreografico parte così dall’individuo, che diventa protagonista, cantando e danzando la propria singolarità. Ed è su questa individualità che si crea la verità del linguaggio e l’attualità del progetto.

Gli Angeli di CANTO sono creature indipendenti, e insieme interdipendenti.

CANTO è un prisma, che si propone di scindere la luce degli Angeli in alcune delle loro infinite sfaccettature. Gli Angeli, legati per scelta d’amore all’umano e al divino, sono ponti di luce pura per l’uomo e per la sua anima. Sono la dolce potenza del cielo, e del nostro cuore. Sono l’inimmaginabile, immaginato.L’immateriale ed invisibile coscienza angelica si fa carne e calore, attraverso un’immagine che diventa gesto, con il linguaggio della danza. E gli Angeli si traducono a noi, nella scelta d’amore che ci lega, nella comprensione universale che ricerchiamo. Gli Angeli illuminano la nostra vita e la nostra anima, rendendo leggibili quei sentieri di luce ed ombra che incrociano le nostre vite.

CANTO diventa così l’espressione profonda del singolo artista, attraverso una percezione condivisa che crea e trasmette l’universalità dell’emozione. Il percorso narrativo si basa quindi sulle singole poetiche, sulla diversità di percorsi e immaginari, sulla preziosa espressività corporea, su un linguaggio impalpabile che la musica “canta” alle nostre anime, emozionandoci e accomunandoci.

E Laura Pulin, con la sua coreografia, accorda questa schiera angelica, riconducendo i fili delle soggettività in un CANTO armonico…

 

SCHEDA TECNICA

Coreografia e allestimento: Laura Pulin – Interpreti: Haizam Abdalla Garcia, Bledi Bejleri, Catia Dalla Muta, Elena Friso, Vincenzo Lacassia, Katja Muschter, Vincenzo Persi –Musiche: Béla Bartók, Frédéric Chopin, Bernard Hermann, Arvo Pärt,Giovanni Battista Pergolesi, Giacinto Scelsi, Franz Schubert,Salvatore Sciarrino, Dmitri Shostakovich – Supervisione musicale e musiche originali: Carlo Carcano – Disegno luci: Francesco Catacchio – Responsabile tecnico: Pro Service – Costumi: Giulia Zuolo – Gioielli: Maria Rosa Franzin – Maître: Mariolina Giaretta – Coordinamento: Lara Crippa

In coproduzione con: COMPAGNIA TEATRO NUOVO

In collaborazione con: Comune di Padova – Assessorato alle Politiche Culturali e SpettacoloTeatro Stabile del Veneto

Il 2007 è l’anno del Progetto “CANTO”, una nuova coreografia di Laura Pulin, in cui il corpo dei danzatori disegna una danza limpida e forte che accompagna il pubblico in un’atmosfera rarefatta, narrando la sintesi tra il mondo spirituale e quello materiale legato alle debolezze dell’uomo e alle sue caducità.Chi sono gli Angeli? Presenze divise fra Cielo e Terra, messaggeri di felicità e grazia, presenze che evocano, al di fuori di tutti i tempi, visioni di rara suggestione ed intensità. L’Angelo è “il fiume che attraversa i due regni”, come enunciava R.M.Rilke, è colui che abita nei nostri sogni, negli spazi più intimi della nostra anima.“CANTO” propone una meditazione gestuale, musicale e coreografica, pervasa da un’impalpabile bellezza ed ironia, con l’intento di esprimere, nella diversità degli interpreti, un mosaico misterioso di emozioni dove convivono desideri, silenzio e amore. In un immaginario percorso dalla Terra al Cielo e dal Cielo alla Terra si delineano figure angeliche, creature che vivono uno spazio “altro”.Il “Corpo” di ballo, formato da sei uomini e tre donne, rappresenta la schiera di Angeli che abiteranno la scena come presenze “senza vesti e ornatissime” e che faranno vivere, attraverso i loro Corpi e la loro Danza, una coreografia che alterna momenti di intensa coralità ad atmosfere raccolte e solitarie.Tutto ciò, naturalmente, nella speranza che gli Angeli ci sorridano…

…lui apprese il volo, io imparai la vitae lentamente l’un l’altro ci riconoscemmo. da “Canti di Angeli” R.M. Rilke

 

19 aprile 2007 (debutto) CANTO c/o Teatro Toniolo, Mestre (VE) -rassegna internazionale di Danza d’Autore ”Verso l’Universo 2006/2007”

5 maggio 2007 CANTO c/o Teatro Comunale Verdi, Padova rassegna “Prospettiva Danza Teatro 2007”

8 luglio 2007 CANTO c/o 29° “VignaleDanza”rassegna internazionale di danza e arti integrate

24 luglio 2007 CANTOc/o Filo d’Arianna festivalBelluno

26 Ottobre 2007 CANTO Variazione nel tempo Nuovi segni della danza contemporanea italiana Udine, Teatro Palamostre

12 e 13 Marzo 2008 CANTO Festival “Il Gesto e l’Anima”Torino, Teatro Nuovo

14 Marzo 2008 CANTO Thiene Danza 2007/2008 Thiene, Teatro Comunale

14 Giugno 2008 CANTO Il Teatro racconta le voci Treviso, Teatro delle Voci