Privacy Policy

‘Fin dall’alba dei tempi, ci viene insegnato che il mondo si divide in due: salvi e dannati, luce contro tenebre, conservazione contro progresso, bianco contro rosso, destra contro sinistra. L’importante e’ far parte dell’uno o dell’altro gruppo, riconoscersi uguali ai propri simili e cos’ contrapporsi agli altri. Su tali fondamenta formiamo la nostra personalita’, la cultura, gli ideali, i gusti, le speranze. Certo, noi crediamo di scegliere tutto cio’ liberamente; invece, senza saperlo, veniamo condizionati e condotti per mano. Ne ricaviamo la tranquillita’, pagando pero’ il prezzo del conformismo. I diversi da noi, da un lato ci attraggono, e dall’altro diventano il fondamento di cio’ che siamo. Senza i rossi, i bianchi non esistono e viceversa.’ (D.Fertilio)

 

Quali sono dunque le vere radici delle nostre identita’? Che cos’e’ davvero la liberta’? Perche’ idee diverse portano al pregiudizio e al conflitto? Quali sono i sentieri attraverso cui conducono l’amore, l’odio, la paura e l’emarginazione?

Sono queste alcune delle profonde questioni che saranno esplorate dal nuovo spettacolo-evento di NuDI, Nuova Danza Indipendente. Dopo aver tradotto con successo le armonie dello straordinario linguaggio degli angeli grazie alla produzione ‘Canto’, presentata in anteprima nazionale nella rassegna ‘Prospettiva Danza-Teatro’ nel maggio 2007, e replicata in numerose citta’ d’Italia, NuDI propone infatti una nuova produzione d’avanguardia, confermandosi tra le esperienze artistiche piu’ stimolanti ed innovative del panorama nazionale.

Se la scintilla artistica di ‘Canto’ nasce dall’incontro della riflessione figurativa e narrativa del maestro Mario Botta e del giornalista Dario Fertilio, con la sensibilita’ artistica della coreografa Laura Pulin, la nuova produzione di NuDI prende le mosse da un rinnovato e fecondo sodalizio artistico. E’ infatti la favola allegorica ‘Teste a pera, teste a mela’, scritta da Dario Fertilio, intellettuale tra i piu’ brillanti ed originali del nostro Paese, ad essere il punto di partenza per la nuova elaborazione artistica.

Il testo di Fertilio, pubblicato nel 2001 dall’editore Rubettino oltre a rappresentare una perla letteraria di raro equilibrio e profondo valore umano e filosofico, fornisce anche la trama sulla quale si innesta una vera e propria contaminazione di forme artistico espressive che vanno dalla gestualita’, alla danza, passando per la musica e per le immagini.

I protagonisti dello spettacolo, proprio come i personaggi della fantasia letteraria di Fertilio, sono costantemente alla ricerca della propria identita’. Se le prime mosse del testo e dello spettacolo sembrano trascinare lo spettatore in una ben nota dicotomia politico – identitaria e verso una riflessione sulla minaccia totalizzante delle ideologie, ben presto la rielaborazione artistica e la creativita’ del sodalizio Fertilio-Pulin lascia spazio ad una piu’ ampia riflessione filosofica universale sul senso della vita, dell’amore e soprattutto sulla piu’ grande aspirazione dell’uomo, la liberta’.

La prima assoluta dello spettacolo,in forma di studio per il 2009, si svolgera’ in una delle ambientazioni piu’ suggestive e dimenticate della citta’ patavina: il complesso monumentale dell’ ex macello di Corso Australia. Una cattedrale di modernita’, che con i suo ampi spazi, la sua geometria razionalista ed il suo fascino neo-decadente, rappresenta un esempio di riqualificazione urbanistica realizzata mediante eventi culturali e performance artistiche.

Le scenografie sono affidate ad Antonio Panzuto, pittore, scenografo e scultore. Il valore aggiunto delle piu’ moderne tecnologie d’avanguardia rappresentate dagli impianti multimediali, promettono di offrire non uno spettacolo nel senso tradizionale del termine ma una vera e propria installazione artistica in grado di accogliere lo spettatore in una dimensione in cui vicende fantastiche e riflessioni filosofico-esistenziali si intrecciano in maniera indissolubile.

Il nuovo spettacolo-evento di NuDI sara’ presentato in forma di studio in anteprima nazionale al festival ‘Prospettiva Danza-Teatro 2009’, promosso dal Comune di Padova – Assessorato alla Cultura.

SCHEDA TECNICA

Un progetto per Prospettiva Danza Teatro 2009 e Promosso dal Comune di Padova-Assessorato alle Politiche Culturali e Spettacolo

A cura di Laura Pulin con la compagnia NU.D.I.- Nuova Danza Indipendente РRegia e coreografia: Laura Pulin РScenografia:  Antonio Panzuto

Liberamente tratto dal libro ‘Teste a pera e Teste a mela‘ di Dario Fertilio edito da Rubettino 2001

 

1 e 2 Giugno 2009 LA STORIA INAUDITA Rassegna Prospettiva Danza Teatro 2009 Padova, Ex Foro Boario di C.so Australia

26 Novembre 2009 LA STORIA INAUDITA Teatro Comunale di Mirano

12 Febbraio 2010 LA STORIA INAUDITA Teatro Comunale di Piove di Sacco

27 Febbraio 2010 LA STORIA INAUDITA Teatro Matteotti di Moncalieri

28 Febbraio 2010 LA STORIA INAUDITA Teatro Milanollo di Savigliano

23 Marzo 2010 LA STORIA INAUDITA Teatro Toniolo di Mestre

14 Aprile 2010 LA STORIA INAUDITA Teatro Comunale di Treviso

6 e 7 Maggio 2010 LA STORIA INAUDITA Padova, Teatro delle Maddalene